Griglia a gradini

La griglia a gradini viene impiegata con successo nelle operazioni di separazione solido/liquido, essendo un valido sistema di grigliatura automatica di detriti e solidi sospesi nei liquidi. L’utilizzo tipico è negli impianti di trattamento e depurazione delle acque, dove un’efficace filtrazione primaria è la base necessaria per un efficiente funzionamento dell’intero ciclo dei processi a  valle.
 

Principio di funzionamento della Griglia a Gradini

La griglia a gradini, o griglia a passo del pellegrino, si compone di un pacco di lamine con sagomatura a gradini la cui spaziatura determina la luce libera di passaggio e di conseguenza il calibro dei detriti rimossi. Il principio di funzionamento è estremamente semplice: il pacco filtrante è diviso in due blocchi indipendenti e compenetranti, uno mobile ed uno fisso, il cui moto relativo genera un avanzamento continuo del materiale filtrato verso lo scarico, lasciando sempre libere e pulite le luci di filtrazione. La configurazione del pacco filtrante inoltre è tale da coinvolgere gli stessi detriti nel processo, spingendo la filtrazione oltre i limiti dati dagli interstizi tra le lame, in quanto l’accumulo di materiale sul pacco filtrante può essere utilizzato per aumentare la percentuale di solidi sospesi trattenuti. La rimozione di questi ultimi poi è graduale e continua. Nella scelta della luce libera di filtrazione si consideri l’ampia superficie filtrante a disposizione, che permettendo di lavorare con basse velocità di attraversamento limita le perdite di carico del fluido.
 

Istallazione e Manutenzione

La struttura modulare permette l’installazione della griglia su canali e strutture esistenti senza dover necessariamente intervenire sull’opera civile. Un adeguato completamento del sistema prevede di inserire sotto la bocca di scarico un nastro per un agevole trasporto e stoccaggio del materiale filtrato, oppure una coclea con funzione compattatrice integrata che sgronda e riduce il volume dei solidi separati. La nostra griglia è di costruzione semplice e robusta, incontrando le esigenze dei responsabili di gestione, ed i manutentori degli impianti. In fase di progettazione abbiamo evitato l’utilizzo di complicati rinvii e manovellismi, non ci sono catene ne quadrilateri deformabili. Caratteristica fondamentale di questa macchina è che tutti gli organi di trasmissione del moto al pacco filtrante, compresi cuscinetti di supporto, giunti ed alberi sono superiori all’acqua ed esterni al canale, in questo modo si evita che i componenti fondamentali della macchina entrino in contatto con l’acqua da trattare, agevolandone inoltre le operazioni di manutenzione, inoltre il generoso dimensionamento degli organi di trasmissione ne limita al contempo l’esigenza. L’utilizzo di un’opportuna carteratura, che ricopre la macchina sino al bordo del canale, protegge le parti mobili dagli agenti atmosferici permettendo l’installazione all’aperto, limitandone la manutenzione, e fungendo da dispositivo di protezione a norma CE per il personale che opera nell’impianto.

Materiale e costruzione

Di norma le nostre griglie sono interamente realizzate in acciaio inox secondo AISI 304 o AISI 316 certificati, anche in versione L, ma può essere preso in considerazione l’utilizzo di altri materiali se le esigenza dell’installazione lo richiedono.
Disegno dimensionale grigliatura a gradini dwg.png